L' OVODONAZIONE
 
Tutte le più importanti cliniche europee che
offrono questa tecnica  accettano le donne single.

 

 

In Spagna gli istituti più noti sono l' IVI, presente in parecchie città,
e il Marques di Barcellona; anche l' Eugin e il Cefer, sempre di Barcellona, sono piuttosto conosciuti. I tassi di successo di questi istituti per l' ovodonazione sono alti: il Marques dichiara il 70%, IVI Valencia e IVI Madrid il 65% (sono tutti dati del 2003-4, oggi le percentuali potrebbero essere un pochino più alte), il direttore della clinica Eugin qualche tempo fa ha dichiarato un "69% negli ultimi sei mesi" (il dato potrebbe essere un pò meno significativo visto il minor numero di interventi), non ho dati precisi per il Cefer e le altre cliniche IVI (fra l' altro l' IVI Barcellona esiste solo dall' autunno 2004), che sono comunque certamente su buoni livelli.
   Questi numeri si riferiscono al tasso di "gravidanze cliniche", purtroppo non tutte queste gravidanze giungono a termine, ma con l' ovodonazione il rischio di aborto è contenuto (circa una gravidanza su dieci va perduta, secondo i dati di varie cliniche americane e spagnole).
L' età delle riceventi influisce poco sull' esito dell' ovodonazione; secondo quanto dicono all' IVI le possibilità di successo sono costanti fino a circa 45-46 anni, poi scendono leggermente (le percentuali che ho dato prima sono ovviamente generali).
   A proposito di età, all' Eugin il limite è di 50 anni, così come all' IVI (la clinica di Valencia almeno) e al Marques (vedi sul sito la pagina del programma di ovodonazione con rimborso), anche se questi limiti possono essere superati in alcuni casi; il Cefer sembra più elastico.
   L' Istituto Marques ha costi più alti (poco più di 9000 €, compresi anche i farmaci per la ricevente, che vengono consegnati dalla clinica stessa) ed ha il vantaggio di non avere liste d' attesa; comunque anche IVI, Eugin e Cefer hanno liste d' attesa brevi, che si allungano un pò nei mesi estivi a causa delle vacanze universitarie (le donatrici sono in gran parte universitarie). All' IVI non si superano i 7000 €, più 250-300 o giù di lì per i farmaci (a Barcellona si spende un pò di più per i farmaci, che sono diversi, ma comunque non sono grandi cifre). L' Eugin è un poco più economico dell' IVI  ed il Cefer é sopra i 7000. 
   E' da sottolineare che se un ciclo viene cancellato perchè la donatrice non ha prodotto ovociti di qualità sufficiente, o quant' altro, non si paga nulla e se è già stato dato un anticipo questo vale per quando sarà trovata un' altra donatrice, e la cosa dovrebbe essere molto rapida (o al limite l' anticipo può essere restituito se si vuole cambiare clinica ..).
   Oltre ai suddetti istituti, anche molti altri centri spagnoli accettano le donne single. Tra questi l' Imer di Valencia (non conosco i suoi tassi di successo per l' ovodonazione); il FIVMadrid (nel suo sito dichiara il 57.5%, e sono dati vecchi); il Dexeus di Barcellona (che però ha lunghe liste d' attesa; non conosco i tassi di successo; il prezzo è abbastanza contenuto), la Clinica Tambre di Madrid (anche qui i prezzi non sono molto alti), il Bernabeu di Alicante (il costo è circa 6500 € e le percentuali di successo sembrano molto buone), la Clinica Rincon di Malaga (prezzo di circa 6000 € e tassi di successo del 60%), il CIRH di Barcellona, l' IMFER di Murcia.
   Come sapete, spesso con l' ovodonazione si ottengono più embrioni di quelli necessari per il primo tentativo e quelli non utilizzati si possono far congelare per usarli se il primo tentativo fallisce; le possibilità di successo con gli embrioni congelati sono minori (al Marques circa il 40% pare), e anche il costo è piuttosto basso (si paga il trasferimento degli embrioni e poco altro), ma il Marques è più costoso anche in questo caso. Le probabilità di avere embrioni da congelare variano tra le varie cliniche (a causa dei diversi protocolli di stimolazione delle donatrici, ecc.); al Marques ci sono spesso (nel 65% circa dei casi), ma anche all' IVI Valencia, per gli altri centri non saprei (all' IVI Madrid qualche tempo fa erano rari, ma sembra che qualcosa sia cambiato. Può darsi che all' IVI Barcellona la situazione sia simile a Valencia poichè buona parte dello staff lavorava a Valencia, ma non so con certezza).
   E' da sottolineare che quando gli embrioni sono ottenuti usando sia ovociti che sperma di donatori non si applica la legge spagnola che impone di utilizzare gli embrioni congelati prima di poter procedere a un nuovo ciclo di ovodonazione, per cui se anche avete degli embrioni congelati e decidete di fare un nuovo ciclo con un' altra donatrice potete farlo senza cambiare clinica.
   In Spagna sono i responsabili delle cliniche a scegliere una donatrice con
caratteristiche simili a quelle della donna destinataria dell' ovodonazione :
colore di occhi, pelle e capelli, altezza, gruppo sanguigno, ... (per una donna single che usa anche sperma di donatore la questione del gruppo sanguigno lascia un pò il tempo che trova, e ciò dovrebbe velocizzare le cose). Gli istituti maggiori hanno molte clienti da quasi tutt' Europa e sono abbastanza organizzati per avere donatrici più o meno di tutti i tipi; in alcuni casi ci può essere da aspettare un pò di più (in particolare se si vuole ad ogni costo una donatrice con gli occhi azzurri i tempi possono allungarsi, se invece non si pretende questa caratteristica tutto diventa più rapido; l' Istituto Marques comunque sostiene di poter trovare donatrici con gli occhi azzurri senza attese). Può darsi invece che in centri spagnoli minori ci siano più problemi per trovare donatrici di caratteristiche "nordiche".
   Con le cliniche spagnole generalmente occorre andare una prima volta per un appuntamento iniziale (al Marques dovrebbe durare un paio d' ore, in altri centri di meno), durante il quale, almeno nel caso del Marques e dell' IVI (non so se in tutte le cliniche), viene fatta una "prova" del trasferimento di embrioni in cui i medici scelgono quali "metodi" utilizzare a seconda delle caratteristiche anatomiche, ecc. . Al Marques, se si decide di iniziare subito la preparazione, durante questo primo appuntamento vengono consegnati i farmaci, per cui occorre pagare 800-850 € in tutto (non credo che il Marques accetti carte di credito), altrimenti i farmaci (settecento €) vengono spediti in un secondo tempo.
   I protocolli farmacologici per la preparazione delle riceventi variano: in molti casi (IVI Valencia, IVI Madrid, Eugin, ecc.) prevedono un' iniezione iniziale e poi tavolette di estrogeni (che è bene prendere con i pasti per il migliore assorbimento), mentre con le cliniche che lavorano sincronizzando i cicli (Marques, IVI Barcellona, IVI Siviglia, ...) non c' è l' iniezione e ci sono patches transdermici di estrogeni e uno spray nasale (a proposito: potrebbe capitare che lo "sniffer" si guasti, sarà sempre meglio averne un altro a disposizione), ma ci possono essere cambiamenti a seconda delle situazioni individuali, per esempio al Marques a volte vengono date pillole al posto dello spray.
   Per ciò che riguarda l' acquisto dei farmaci, come dicevo al Marques li
consegnano loro, per le altre cliniche bisogna comprarli personalmente, c' è chi li compra in Spagna quando va per la consultazione iniziale, comunque molte farmacie italiane dovrebbero accettare le ricette straniere (almeno di paesi UE), sicuramente le accetta la Farmacia Cerati (http://www.farmaciacerati.it/), che è un punto di riferimento, anche a livello internazionale, soprattutto per chi segue il protocollo IVI Valencia/ IVI Madrid/ ecc.; si può mandare la prescrizione via fax o e-mail, sono molto efficienti nelle spedizioni; non hanno però (per ora, almeno) il Synarel, lo spray richiesto dall' IVI Barcellona.
   Per il trasferimento di embrioni non è necessario stare in Spagna più di due giorni.
   ...Se malauguratamente il primo tentativo fallisce, è possibile
ricominciare quasi subito la preparazione per quello successivo, sia che si
tratti di trasferimento di embrioni congelati o di un nuovo ciclo con una nuova donatrice.

In Grecia il Mediterranean Fertility Center di Chania, a Creta, ha un programma di ovodonazione; il prezzo è di circa 5000 €, e i tassi di successo sembrano essere alti. Possono trovare anche donatrici di caratteristiche non molto "mediterranee".

Ad Atene la Embriiki Dimiourgia ha percentuali di successo vicine al 60%; non conosco i prezzi, che comunque non dovrebbero essere molto alti.

Anche il centro Serum e la Lifeclinic, sempre ad Atene, sono attivi nel campo dell' ovodonazione ed hanno liste d' attesa molto brevi; il Serum è in grado di trovare donatrici con occhi e capelli chiari.

 

 

Nella Repubblica Ceca la Reprofit di Brno ha un programma di ovodonazione con bei tassi di successo (pare attualmente sopra il 60%) e prezzi contenuti: 3200 € (sembra probabile un aumento per il 2009), dei quali mille sono richiesti come anticipo; nella cifra dovrebbe essere compreso anche l' eventuale congelamento di embrioni. In alcuni casi occorre restare a Brno 6-7 giorni. La lista d' attesa è di sette - otto mesi e non è indispensabile una visita preliminare. Sono accettate donne fino a 55 anni.



In Russia l' Altravita di Mosca ha un tasso di successo superiore al 60% per l' ovodonazione, con un' età media delle donne di 46 anni, più alta che in molti altri centri (è vero che l' età della donna destinataria dell' ovodonazione non è un fattore molto significativo, ma per le donne più giovani i tassi di successo dovrebbero essere un tantino superiori). Non ci sono liste d' attesa nè limiti di età definiti, il costo è sui 5000 €. L' Altravita richiede i risultati di parecchi esami clinici, e se si sceglie di andare a Mosca due volte (come loro consigliano comunque di fare) molti di questi esami si possono fare lì, dove sono anche più economici. Per il trasferimento di embrioni si deve stare a Mosca una settimana circa. L' Altravita offre assistenza per il visto e può, se volete, prenotare l' albergo per voi.

L' Avapeter dichiara percentuali di successo vicine al 60% per l' ovodonazione; il prezzo è di circa 5400 € e le liste d' attesa sono pressochè inesistenti. Vengono accettate donne fino a 49 anni (immagino si intenda fino al cinquantesimo compleanno). Per il trasferimento di embrioni occorre restare a San Pietroburgo tre giorni. Questa clinica propone inoltre l' embriodonazione con embrioni freschi, ottenuti con ovociti e sperma di donatori, e quindi di ottima qualità, con percentuali di successo più o meno uguali a quelle dell' ovodonazione ed un prezzo di 3400 €.   

In Bulgaria il Reproductive Health di Sofia è il centro più noto ed ha un programma di ovodonazione al prezzo di circa € 5000.

 

In Finlandia la clinica Fertinova ha un programma di ovodonazione al costo di circa 6000 €; i tassi di successo non sembrano eccezionali. 


A Cipro il Cyprus Fertility Center e il Pedieos hanno programmi di ovodonazione. Parecchie donatrici sono dell' Europa orientale. Al Pedieos qualche tempo fa il prezzo era di 4600 €, e le liste d' attesa molto brevi.


Al di fuori dei suddetti paesi l' ovodonazione è praticata per lo più nella forma dell' egg sharing, con ovociti ceduti da da donne che si sottopongono alla fecondazione in vitro, e tassi di successo spesso modesti. Anche l' Invimed di Varsavia fa sostanzialmente egg sharing, e a prezzi neanche bassissimi.

   In Gran Bretagna dopo l' entrata in vigore della legge contro l' anonimato dei donatori ci sono lunghe liste d' attesa perfino per l' egg sharing, peraltro piuttosto costoso. Alcune cliniche britanniche che pubblicizzano programmi di ovodonazione diversi dall' egg sharing e senza attese non fanno altro che organizzare i trattamenti in centri esteri con cui sono in rapporto.

   Anche in Belgio l' ovodonazione "vera e propria" è poco praticata per lo scarso numero di donatrici. All' AZVUB le liste d' attesa sono periodicamente chiuse e riaperte, il prezzo è sotto i 7000 €.

   In Israele è legale soltanto l' egg sharing.


Tutte le cliniche citate rispondono rapidamente alle e-mail.

Per maggiori informazioni su questi centri, racconti di donne che ci sono state, ecc. il forum http://www.ivfconnections.com/ è il numero uno (non vi preoccupate per gli acronimi tipo af, ec, pg, c'è un "vocabolarietto" sul sito), in particolare è molto ricca la sezione "IVF in Spain", in cui i threads più importanti sono "Wonderful Women", dove scrivono le donne che vanno ai centri IVI, e quello sull' istituto Marques; certamente interessante anche il forum http://www.fertilityfriends.co.uk/ , in particolare la sezione "treatment outside the UK"; ovviamente nei forum si dicono anche delle corbellerie (per esempio per ciò che riguarda i tassi di successo capita di trovare dei numeri in libertà. Io ho riportato le cifre dichiarate dai direttori, ecc., che non credo siano dei magliari), ma per quanto riguarda testimonianze dirette e quant' altro possono essere certamente utili, e ovviamente si possono fare domande a chi ha già avuto queste esperienze.

Vorrei aggiungere qualche altra cosa:
ci sono ottime ragioni per ritenere che usando sperma di donatore le possibilità di raggiungere una gravidanza e di portarla a termine siano, anche per l' IVF e l' ovodonazione, maggiori della media. Questo perchè lo sperma dei donatori è, in generale, di qualità migliore di quello dei partner delle riceventi, che viene usato nella grande maggioranza dei casi, poichè solo una piccola parte degli "aspiranti donatori" è accettata, specie nelle migliori cliniche e banche dello sperma, e sono ovviamente quelli con una qualità dello sperma migliore secondo i parametri "classici" (morfologia, motilità, ecc.), e, mediamente, lo sperma che si rivela migliore secondo questi parametri lo è anche per ciò che riguarda il DFI (DNA fragmentation index), che recenti studi rivelano essere importantissimo per le possibilità di ottenere una gravidanza, anche con le tecniche di fecondazione assistita, e soprattutto di portarla a termine (un alto DFI fa salire molto il rischio di aborto). Usando sia ovociti che sperma di qualità molto alta i vostri embrioni saranno a loro volta molto "robusti", e ci saranno migliori possibilità di raggiungere una gravidanza, e i rischi di aborto saranno minimizzati.
Sempre a proposito delo sperma, alcune cliniche, oltre ad avere i propri
donatori, consentono di importare sperma dalla Cryobank (
http://www.cryobank.com/ ), la più importante banca dello sperma del mondo; all' istituto Marques e all' IVI è stato fatto, e immagino che sia possibile anche in altri centri, almeno in Spagna (in Grecia ed in Russia pare invece che non sia possibile); con la Cryobank una donna può scegliere il donatore in base alle abbondanti informazioni che vengono fornite su ognuno di essi. La spedizione dovrebbe costare circa 350-400 €. Non posso dire se usando sperma della Cryobank si ottengono anche migliori possibilità di successo, di certo la Cryobank fa una selezione dei donatori particolarmente "spietata" (solo il 4% circa dei ragazzi è accettato) ed è usata dalle migliori cliniche americane; anche le maggiori cliniche spagnole, e non solo, hanno comunque ottime banche dello sperma.

Un' alternativa all' ovodonazione potrebbe essere l' embriodonazione, che salvo eccezioni si effettua con embrioni congelati. Due centri spagnoli, Marques e Cefer, la offrono già da tempo. Al Marques il costo è di circa € 2500, le liste d' attesa sono molto brevi e il tasso di successo dichiarato per ogni tentativo è del 35% (purtroppo in Europa siamo lontani dalle percentuali di successo di alcuni istituti americani per ciò che riguarda il trasferimento di embrioni congelati), ma temo che ci siano differenze non piccolissime di "qualità" tra i vari embrioni (ovodonazione o no, qualità dello sperma, ...); la maggior parte di questi embrioni deriva comunque dal programma di ovodonazione. Anche la clinica Eugin ha cominciato recentemente ad offrire l' embriodonazione, e a prezzi piuttosto contenuti, e lo stesso hanno fatto il Bernabeu e il CIRH, così come, uscendo dalla Spagna, la Reprofit di Brno e l' Avapeter di San Pietroburgo. All' IVI invece l' embriodonazione sembra essere proposta (a prezzi non proprio bassi) soltanto a chi ha fatto dei cicli di ovodonazione senza successo. 
   Negli USA l' embriodonazione è abbastanza diffusa, in alcune cliniche costa anche meno di $ 3000, in altre molto di più (immagino che la differenza sia dovuta almeno in parte ai diversi tassi di successo), ma ci sono liste d' attesa. Ovviamente negli USA gran parte delle cliniche, a cominciare dalle migliori, accettano le donne single, che per altro lì sono una discreta fetta della clientela.


Home